Chi siamo

Roberto

Roberto Imparato, classe ’72, psicoterapeuta in analisi bioenergetica, stabiese.

Scopre molto presto il windsurf, macina chilometri per seguire il vento diventando un esperto già da giovanissimo; aveva circa 16 anni e un passato da velista, quando ha iniziato a provare e riprovare, con una quantità enorme di tuffi e cadute, l’unico modo per sentire l’ ebbrezza della tavola sull’acqua. Le prime spinte del vento, il windsurf che inizia a solcare l’acqua, le ondine, i baffetti di schiuma e il legame tra Roberto e la sua tavola è diventato indissolubile.

E’ diventato sempre più forte il legame con il mare. Un legame così forte da renderlo famoso, anche tra gli amici di Roma, dove ha studiato, per la battuta che era solito fare quando, dai tetti dei palazzi chiedeva: ma il mare, dov’è?

Il mare, mai lo stesso, sempre in movimento, ora ti riflette una luce che mai più rifletterà, ora è agitato. un’onda può assomigliare alle altre ma non sarà mai uguale e quante cose tu puoi notare osservare e registrare cambieranno tutte nel momento in cui entri nel mare e diventi parte di quel tutto che finora avevi osservato,contemplato,fotografato. Le  emozioni e le sensazioni che tuttora  il mare mi restituisce sono tantissime…

Da quel punto in poi gli anni sono volati e le esperienze sono aumentate così come l’amore per questo sport e tutto quello che gli gira intorno.

Oggi Roberto ha deciso di trasmettere e condividere con altre persone questa passione per arricchire di esperienze e sensazioni la propria vita e quella di coloro che vorranno avvicinarsi a questo sport.

Fondare una scuola che avvicini le persone al mare e le metta in relazione con esso rappresenta per me un’azione con molti risvolti, prima di tutto mi piace e, già potrebbe bastare questo, poi dà l’opportunità ad altri di fare un’esperienza che va oltre l’imparare e praticare uno sport, infine può portare dei vantaggi al mare, perché un movimento di persone che amano il mare in una prospettiva ecologica diventano anche una sorta di forza a protezione del mare stesso, qualora, come nella nostra città, esso sia bistrattato, inquinato ecc.

Condividi:

Continuando la navigazione su questo sito web, accettate i termini di utilizzo dei suddetti. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi